Sassuolo, De Zerbi: “Tudor? Stimo anche Nicola”

Sassuolo, De Zerbi: “Tudor? Stimo anche Nicola”

Roberto De Zerbi parla in conferenza stampa in vista dello scontro con l’Udinese

di Redazione

Roberto De Zerbi parla in conferenza stampa in vista dello scontro con l’Udinese:

 “E’ una partita difficile e importante per noi. E’ importante per la classifica perché veniamo da partite buone dove non abbiamo raccolto tanto, è una partita che racchiude il nostro miglioramento mentale, psicologico, una partita alla quale tengo tantissimo. Infortunati? Marlon è fermo e ne avrà ancora per molte, Adjapong sta per rientrare, qualcuno ha avuto una settimana particolare come Locatelli che non si è allenato all’inizio della settimana ma ha recuperato, Duncan non sta giocando perché non lo vedo al 100%, è sempre determinante per noi ma cerco di mettere quelli che sono i più in forma e così dietro, cercando in base alla partita, all’aspetto tattico, tenendo anche conto dell’aspetto fisico perché domani ci saranno 22°, inizia il caldo e dobbiamo correre. Palle alte? Demiral ci porta dei vantaggi perché arriva con una forza d’impatto diversa ma anche nel girone d’andata Ferrari ha fatto gol, è stato pericoloso tante volte e dobbiamo migliorare sui calci piazzati contro ma anche la Juve è uscita dalla Champions prendendo gol su corner, è un aspetto del calcio moderno, l’importanza del calcio piazzato sposta le partite. Tudor? Non voglio parlare solo dell’allenamento nuovo non mi piace, stimo anche Nicola. L’Udinese è una squadra di valore, da rispettare, con individualità, con storia, con tradizione. Spero che sappiano e sappiamo tutti cosa ci aspetta domani e domani ci aspetta una squadra che vuole vincere al 100%, che ha risparmiato qualche giocatore importante con la Lazio per tenerlo fresco contro di noi, un ambiente che si compatterà per cercare i 3 punti, come lo sapevamo prima di Bologna e infatti ci siamo fatti trovare pronti al di là del risultato. La partita ha lo stesso valore per noi, è determinante anche per noi, allo stesso modo. Chi farà meglio e chi giocherà meglio e sbaglierà meglio vincerà. Se dovessimo perdere si accorcia tutto e non siamo fuori da qualsiasi discorso. Abbiamo possibilità di fare risultato domani, a Firenze e col Frosinone ma l’aspetto mentale deve essere acceso”. 

FONTE sassuolonews.net

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy