Porte chiuse: Udinese la più penalizzata, ma le incognite sono molte

L’Udinese è con la Juve la squadra che ha in questo campionato maggiormente beneficiato della condizione di giocare tra le mura amiche, gli spalti vuoti possono far cambiare le cose ma i fattori che incideranno nella ripresa sono tanti: il campionato resta ancora tutto da scrivere

di Redazione
Udinese

“Giocare a porte chiuse? È come se si facesse la prima dell’Aida alla Scala di Milano senza spettatori. Sarebbe paradossale”. E’ questo il pensiero espresso dal patron dell’Udinese Gianpaolo Pozzo  e che pare calzare a pennello alla formazione friulana che dello stadio Friuli ha sempre fatto il suo fortino.

Una condizione, quella di giocare nel silenzio del campo, che preoccupa e mette in soggezione un po’ tutti, ma non è certo  l’unica incognita di una ripresa che differisce da qualsiasi altra, né quella più preoccupante: i ritmi serrati, il caldo, alle spalle una sosta anomala e forzata durata mesi, rischi infortuni tanto più a ridosso del mercato e chi più ne ha più ne metta, faranno di quello attuale un campionato ancora tutto da scrivere.

A proposito di spalti vuoti, i primi dati vengono dalla Bundesliga: le squadre che hanno giocato in casa le gare dal momento della ripresa, in media, vincono di meno rispetto a quando giocavano davanti ai tifosi. Come mostrano le statistiche di Opta Joe calcolate prima della vittoria serale del Bayern Monaco, infatti, dopo la ripresa della Bundesliga il 16 maggio, i padroni di casa hanno vinto il 14,3% delle partite (2 su 14). Prima della sospensione della stagione, hanno vinto nel 43,3% dei casi (97 su 224). Tali dati per ora dimostrano, come era già intuibile, che il fattore campo dipende largamente dal sostegno del dodicesimo uomo, ossia dal fatto che sugli spalti siano presenti i propri sostenitori  ad incitare e motivare la squadra, anche se sono diverse le ragioni che concorrono al vantaggio, come ad esempio la familiarità col campo di gioco.

Ma in Serie A quanto conta in termini statistici il fattore campo? Non per tutti i club la cosa assume la stessa importanza: analizzando la corrente stagione fino alla sospensione per coronavirus, addirittura otto squadre hanno raccolto più punti fuori casa che davanti al proprio pubblico e l’Atalanta guadagna in media ben mezzo punto in più a partita lontana dai propri impianti. Solo il Bologna mantiene una perfetta parità tra quanto raccolto fuori e quanto invece guadagnato al Dall’Ara.

L’Udinese è con la Juve la squadra che ha maggiormente beneficiato della condizione di giocare tra le mura amiche, così come evidenziato nella tabella sottostante che confronta la media punti a partita in casa con quella in trasferta

MEDIA PAP CASA MEDIA PAP TRASF. DIFF. MEDIA
JUVENTUS 2,85 2,00 0.85
UDINESE 1,46 0,69 0,77
H. VERONA 1,75 1,08 0,67
LAZIO 2,57 2,17 0,40
SASSUOLO 1,46 1,08 0,38
SAMPDORIA 1,14 0,91 0,23
GENOA 1,08 0,86 0,22
TORINO 1,17 1,00 0,17
PARMA 1,46 1,33 0,13
CAGLIARI 1,31 1,25 0,06
BOLOGNA 1,31 1,31 0
SPAL 0,67 0,71 -0,04
INTER 2,08 2,23 -0,15
MILAN 1,31 1,46 -0,15
BRESCIA 0,46 0,77 -0,21
ROMA 1,62 1,85 -0,23
LECCE 0,85 1,08 -0,23
NAPOLI 1,31 1,69 -0,38
ATALANTA 1,67 2,15 -0,48

La Juventus e l’Udinese guadagnano quasi un punto in più a partita fuori casa. Tuttavia, confrontando la classifica casalinga con quella in trasferta, la Juve perde solo tre posizioni (dall’essere capolista scende infatti al quarto posto), mentre l’Udinese passa dalla parte sinistra del tabellone, col suo nono posto, all’essere fanalino di coda, perdendo così ben undici posizioni: nessuna come lei in Serie A.

A tal proposito c’è, in verità, da fare un’ulteriore riflessione osservando le tabelle sottostanti che va tutta a vantaggio del team di mister Gotti. In ottica di tifo avversario, l’Udinese, maglia nera in trasferta, potrà trarre vantaggio dal fatto che non giocherà intimorita dal pubblico avverso. E quanto più riuscirà a far valere anche in trasferta le proprie carte, tanto meno soffrirà in termini di classifica della mancanza dei tifosi. Insomma, spazi di manovra ci sono, anche se è più facile a dirsi che a farsi.

CLASSIFICA IN CASA Tab. 1 – 1X2stats.com

CLASSIFICA IN TRASFERTA Tab. 2 – 1X2stats.com


 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy