Tavian: “Finalmente è tornato l’ottimismo”

Tavian: “Finalmente è tornato l’ottimismo”

Allenatore e opinionista di Udinews Tv, Marco Tavian fa per MUD il punto della situazione in merito alla prossima stagione bianconera

di Redazione

Allenatore e opinionista di Udinews Tv, Marco Tavian fa per MUD il punto della situazione in merito alla prossima stagione bianconera:

Tudor ha annunciato per la prossima stagione una grossa novità, ossia il cambio di modulo

Finora Tudor ha sempre dovuto lavorare con concitazione per agguantare in extremis la salvezza, adesso finalmente ha tutto il tempo per provare e mettere in campo la propria idea di gioco. Più che parlare di modulo – al cui concetto io sono molto poco legato poiché la ritengo un’idea statica – il cambiamento vero sarà nei compiti che l’allenatore affiderà ai giocatori. Difesa a quattro o a tre cambia poco, quello che fa la differenza sta nel come lo si interpreta un ruolo, aggredire o scappare ad esempio.

Cosa pensa degli arrivi di Jajalo e Becao?

Jajalo è il regista che ci mancava ed è il suo gioco naturale, ossia quello di far girare la squadra partendo da dietro. Becao è giovane ma sa già il fatto suo. Il suo arrivo non esclude la permanenza di Samir, anzi, io vedrei proprio una difesa costruita con De Maio a destra, Becao ed Ekong centrali e Samir a sinistra, dove ha sempre fatto molto bene. Ora è più chiaro come si stia consolidando nel tempo una rosa di un certo livello. Anche lo scorso anno ci sono stati arrivi importanti come Barak, Pussetto o Musso, per citarne alcuni.

Come vede invece le conferme e i ritorni all’interno dello staff?

Il ritorno di Marino e la conferma di Tudor denotano la volontà della famiglia Pozzo di costruire un progetto importante. Con il nuovo Ds finalmente è tornato l’entusiasmo. E’ un ottimismo contagioso, gli abbonamenti sono andati a ruba perché il calcio deve essere così, deve dare emozioni positive. Poi il rientro di Pinzi, stavolta come dirigente, per lui che conosce perfettamente l’ambiente sta a significare la serietà e la bontà di tale progetto. 

Su De Paul?

Su De Paul tante voci ma finora poca concretezza. Poi il mercato non siamo noi a farlo, sono sempre le grandi a tenere la mano del gioco. La squadra è comunque pronta a tutte le evenienze: se resta manteniamo un giocatore di grande qualità, se va via abbiamo Barak che per caratteristiche è in grado perfettamente di sostituirlo. Insomma, Tudor ha tutto il tempo di attuare il piano B se quello A dovesse saltare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy