Udinese-Inter, le pagelle

Udinese-Inter, le pagelle

di Redazione

Dai siti sportivi le pagelle dei giocatori bianconeri

CALCIOMERCATO.COM

Musso 7: come al solito decisivo, tiene a galla i suoi con un paio di interventi strepitosi

Larsen 6: sembra un leone in gabbia, il ruolo da centrale lo limita un po’, non può spingere com’è invece solito fare da laterale

De Maio 6,5: il più sicuro della retroguardia bianconera, sbaglia poco o nulla. Una certezza

Nuytinck 6,5: con l’assenza di Ekong, forma una coppia solida con De Maio. Zero sbavature

D’Alessandro 5,5: prestazione opaca, può dare di più alla manovra soprattutto in fase di spinta

(dal 36’ s.t. Wilmot sv)

Mandragora 6,5: le occasioni più grandi del match capitano sui suoi piedi. Prima spara addosso ad Handanovic, poi cade in area dopo un contatto con Brozovic. Sorprendente

Sandro 6: la sua esperienza è preziosa in mezzo al campo. Tanta grinta e sostanza, fondamentale

(dal 28’ Hallfredsson 6: ritorna in campo dopo la breve esperienza al Frosinone. Gira bene palla)
De Paul 6,5: quando si accende non lo ferma nessuno, palla al piede è devastante. Impreciso negli ultimi metri

Zeegelaar 6: non va in difficoltà a differenza delle ultime uscite, controlla bene Politano e spinge appena ha l’opportunità

Pussetto 6: cerca di pungere con la sua rapidità, ma non basta. Acerbo

(dal 16’ s.t. Okaka 5,5: tocca pochissimi palloni e non in maniera eccellente. Macchinoso)

Lasagna 5,5: corre fino allo sfinimento, ma sparisce quando si tratta di far salire la squadra

All. Tudor 6: porta a casa un punto importantissimo per la corsa salvezza, cerca anche di vincerla inserendo Okaka

EUROSPORT.COM

Juan MUSSO 7 – Decisivo in diversi interventi. Due volte su Nainggolan, poi nel finale su Keita ad un passo dal gol. Deve migliorare, però, sulle uscite. Quando l’argentino prova ad uscire dalla porta sono sempre brividi.

Jens STRYGER LARSEN 5,5 – Un po’ confusionario quando deve spazzare l’area. Rischia di regalare palla agli avversari.

Sebastien DE MAIO 6,5 – Guida in maniera diligente la difesa. Impeccabile su Lautaro prima, su Icardi poi.

Bram NUYTINCK 6,5 – Diverse chiusure interessanti. Dà sempre una mano a De Maio.

Marco D’ALESSANDRO 5,5 – Si lascia scappare troppe volte Perisić, fortuna per lui che il croato non sia ispirato. (dall’81’ Ben WILMOT sv – Entra nel finale per serrare le file della difesa. Non commette errori).

Rolando MANDRAGORA 6 – Buonissima gara nel primo tempo: si inserisce, fa partire diversi contropiedi e lotta a centrocampo. Si spegne un po’ nella ripresa, anche se dà il suo contributo dal punto di vista difensivo.

Raniere SANDRO 6 – Finché reggono le gambe, fa un buono schermo davanti alla difesa. È costretto al cambio anche perché ha un giallo sul groppone. (dal 73′ Emil HALLFREDSSON 6 – Gioca in maniera ordinata a centrocampo, senza sbavature).

Rodrigo DE PAUL 6 – Quando parte palla al piede, dimostra di poter mettere in ginocchio l’InterPeccato per i suoi, però, che gli manchi sempre l’ultimo passaggio. Sono state diverse le ripartenze dell’Udinese che poteva davvero fare male.

Marvin ZEEGELAAR 6,5 – Fa buona guardia sull’asse Politano-D’Ambrosio. Trova tempo e modo per attaccare sulla fascia.

Ignacio PUSSETTO 5 – Non punge benché abbia diverse occasioni a campo aperto. Sono tanti i contropiedi sbagliati dall’argentino, con l’Udinese che si morde le mani. (dal 61′ Stefano OKAKA 6– Prova a tenere su la palla, ma non riesce a passare dalle parti di de Vrij e Skriniar).

Kevin LASAGNA 6 – Costringe i terzini dell’Inter a fare un super lavoro su di lui, ma gli manca sempre quel qualcosa per colpire in maniera letale. Dopo i gol a Juventus, Napoli e Atalanta, gli manca il poker alle squadre di alta classifica.

All. Igor TUDOR 6,5 – Costruisce con il materiale umano che ha a disposizione. La butta sulle ripartenze e sulla forza fisica e in questi due fondamentali, l’Udinese dimostra di funzionare. Se fosse stato gestito meglio qualche contropiede…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy