Udinese-Spal, le ultime sul match e le probabili formazioni

Udinese-Spal, le ultime sul match e le probabili formazioni

Riflettori puntati su Udinese-Spal, gara in programma quest’oggi, alle ore 15, valevole per la
trentasettesima giornata di serie A

di Redazione

Riflettori puntati su Udinese-Spal, gara in programma quest’oggi, alle ore 15, valevole per la
trentasettesima giornata di serie A. Match dall’importante posta in palio per i friulani, i quali dovranno
tentare di conquistare i tre punti al fine di compiere un passo decisivo verso la salvezza. La banda di Tudor giunge a questa sfida da sedicesima della classe con 37 punti all’attivo, distante due lunghezze dall’Empoli terzultimo. I bianconeri sono reduci dal trionfo di domenica scorsa, al “Benito Stirpe”, contro il Frosinone, mentre tra le proprie mura amiche, dall’arrivo dell’allenatore croato, hanno inanellato due successi contro Genoa ed Empoli, e altrettanti pareggi al cospetto di Sassuolo e Inter. La Spal, invece, giunge in Friuli con la mente sgombra da assilli ed ansie di classifica, avendo già conquistato, aritmeticamente, la permanenza in massima serie lo scorso 4 maggio, dopo aver superato per 0-4 il Chievo. Gli emiliani stazionano all’undicesimo gradino, a quota 42, e sono reduci dal ko di domenica scorsa, al “Paolo Mazza”, contro il Napoli. Prima di allora tre vittorie ed un pareggio avevano impreziosito il cammino di Petagna e compagni verso la salvezza. Inoltre la Spal, nelle ultime nove apparizioni, ha perso in sole due occasioni, racimolando, altresì, sei successi ed un pareggio. Dirottando le attenzioni sulle probabili formazioni che scenderanno in campo, Tudor pare intenzionato ad affidarsi al 3-5-2 con Musso in porta, De Maio, Troost-Ekong e Samir a comporre il terzetto difensivo. Sulle fasce spazio a Stryger-Larsen a destra con D’Alessandro sul fronte opposto. La mediana sarà presidiata da Mandragora e De Paul, mentre Sandro agirà da playmaker basso davanti alla difesa. In attacco fiducia al duo Lasagna-Okaka. Modulo a specchio anche per Leonardo Semplici: Viviano tra i pali, in difesa Cionek, Vicari e Felipe. Sugli esterni Lazzari e Fares, mentre sulla mediana agiranno Murgia e Kurtic. Schiattarella fungerà da playmaker. In avanti spazio al tandem Petagna-Floccari. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Michael Fabbri della sezione di Ravenna.

AUTORE LORENZO CRISTALLO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy