Watford, Sanchez Flores: “Chelsea più forte, abbiamo avuto l’occasione per pareggiare”

Watford, Sanchez Flores: “Chelsea più forte, abbiamo avuto l’occasione per pareggiare”

Il tecnico del Watford Sanchez Flores ha parlato in conferenza stampa dopo la sconfitta contro il Chelsea

di Redazione

Il Watford perde ancora, ieri al Vicarage Road il Chelsea vince per 2-1 con le reti di Abraham e Pulisic, accorcia le distanze Deulofeu, ma Foster fallisce il punto del pari. Il tecnico dei calabroni Sanchez Flores ha parlato in conferenza al termine del match. Queste le sue parole:

È normale perché a volte in tribuna vedono una partita diversa e probabilmente pensano che abbiamo un attaccante in panchina. Ma dal mio punto di vista ho la sensazione che Janmaat non dava più profondità“.

Janmaat ha disputato un ottimo primo tempo, ma non dava profondità, avevamo bisogno di qualcuno che avrebbe dato profondità, quindi l’unico giocatore che poteva fare questo era Kiko Femenia“.

Sui cori dei tifosi contro di lui: “In questa situazione è necessario gestire molte cose. Non si tratta solo del risultato. Per me è prendersi cura dei giocatori, prendersi cura dei tifosi, dobbiamo convivere con questo tipo di cose. Ma non è facile da gestire con tutto. Gestire con il Chelsea, gestire con i nostri giocatori, creare energie positive dal nulla perché la cosa più importante è il risultato, cerchiamo di gestire molte cose allo stesso momento e cerchiamo di farlo al meglio“.

Oggi dobbiamo prendere gli spunti positivi e, come ho detto prima, quando siamo in grado di creare le energie positive,  quando abbiamo una buona pressione, quando giochiamo bene, creando cross e tiri in porta“.

Siamo in grado di vedere tutto questo genere di cose in ogni singola partita. Ancora oggi, dicendo che il Chelsea era migliore di noi, abbiamo avuto l’ultima possibilità di prendere un punto. Dobbiamo prendere queste cose se vogliamo costruire qualcosa“.

Ultimo posto e zero vittorie nelle prime 11 giornate: “È difficile. Sappiamo che è una situazione molto difficile. I giocatori perdono fiducia quando ricevono questo tipo di cattive notizie, come il primo gol in cinque minuti, hanno bisogno di fiducia“.

In alcuni frangenti della partita abbiamo creato, ma vorrei farlo per l’intera partita, ma in questo momento è difficile perché i giocatori, sono esseri umani e stanno ricevendo sempre più cattive notizie durante la partita“.

Quando sembrano non correre o sono stanchi, non sono stanchi, vogliono correre ma sono mentalmente motivati“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy