Red Bull e Renault (Dacia): Non sono poi così lontane

Red Bull e Renault (Dacia): Non sono poi così lontane

La trattativa tra la Red Bull e l’Udinese ci sarebbe eccome stando alle indiscrezioni he circolano. Gino Pozzo smentisce, ma intanto il colosso austriaco non è nemmeno così lontano dalla Dacia…

Commenta per primo!

Tengono sempre banco le voci di un possibile approdo della Red Bull a Udine. Vici che hanno allarmato già gli Ultras della Nord, che hanno ricevuto anche ‘solidarietà’ dai colleghi autrici e  tedeschi che hanno visto da vicino cosa significa vedere il marchio ‘con le ali’ apporsi alle loro squadre.

Se Gino Pozzo ha smentito queste voci, è anche vero che lo stesso figlio del Paròn aveva smentito categoricamente anche la cessione del Granada. Insomma, è un’ovvietà smentire se fosse vero che c’è una trattativa così importante.

Piuttosto come si metterebbe la questione stadio, che è stato legato alla Dacia fino al 2020? Non ci sarebbe un grosso problema visto che la Dacia è parte del gruppo Renault. E solo 20 giorni or sono (il 29 maggio),  la Red Bull ha confermato di aver prolungato l’accordo proprio con Renault per la fornitura dei motori per le stagioni 2017 e 2018. L’accordo sarà esteso anche alla Toro Rosso, che attualmente utilizza propulsori Ferrari.

Insomma, tutto torna. O quasi, visto che l’operazione non convince a pieno più di qualche tifoso che tende già do veder snaturati colori, simboli e identità in  nome del colosso austriaco, esattamente come già avvenuto per le altre squadre di proprietà.

Ma l’Udinese quanto costerebbe? Non meno di 150 milioni, tra impianti e parco giocatori, briciole in fondo per una società del calibro di quella austriaca.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy