Udinese, Zampano: siamo a un bivio, urge una vittoria

Udinese, Zampano: siamo a un bivio, urge una vittoria

Il terzino ex Pescara, presente questa sera a Cassacco assieme al compagno di squadra Pezzella, ha dichiarato: “Abbiamo affrontato rivali importanti nelle ultime giornate, ora dobbiamo chiudere il discorso salvezza”

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Anche Francesco Zampano, testimonial assieme al compagno di squadra Giuseppe Pezzella, alla presentazione della tappa friulana della sesta edizione della Junior Tim Cup – Il Calcio negli Oratori, iniziativa organizzata dalla Lega Serie A in collaborazione con Tim e Centro Sportivo Italiano (Csi), avvenuta in serata all’Oratorio San Giovanni Battista di Cassacco, ha parlato del momento che sta attraversando l’Udinese e del prossimo impegno in campionato contro il Sassuolo.

Zampano, lei è stato scelto come testimonial per la Junior Tim Cup. Cosa pensa di questa iniziativa?

Sappiamo che il sogno di ogni bambino è diventare calciatore. E’ anche un’emozione da parte nostra essere qui, perchè possiamo far contenti dei bambini. Io purtroppo non ho partecipato al torneo da ragazzino, però ho molti compagni che l’hanno fatto e mi hanno detto che è stata una bella esperienza.

Prima di parlare di Udinese, volevamo sapere com’è andato lo stage a Coverciano al quale ha partecipato nei giorni scorsi?

Sono molto contento e molto orgoglioso di indossare la maglia della Nazionale, anche se solo per uno stage. Adesso però la testa è solo al campionato, dobbiamo cercare di fare bene e conquistare punti.

Punti, che dovrete ritrovare contro il Sassuolo…

Nelle ultime giornate abbiamo affrontato avversari molto difficili, squadre importanti… adesso affronteremo altre squadre importanti, ma “minori” rispetto le ultime. Ci stiamo preparando molto bene per la gara di sabato, dobbiamo cercare di portare a casa la vittoria. Siamo a un bivio, il nostro obiettivo ora è fare tre punti con il Sassuolo.

La classifica è “tranquilla”, ma dietro corrono. Questo è uno stimolo ulteriore a riprendere un discorso interrotto circa un mese fa?

Noi scendiamo sempre in campo per vincere. E’ giusto guardare indietro, ma dobbiamo guardare anche avanti. Un successo contro il Sassuolo garantirebbe la salvezza quasi matematica, visto che si andrebbe a +12 dalla terzultima.

Un campionato anonimo può costituire un rischio?

Io sono arrivato da poco e nel mio ruolo gioca un altro ragazzo.. Il mio obiettivo è guadagnare un po’ di spazio, ognuno ha i propri stimoli e vuole giocare. Non penso che ci si possa “sedere” in questa fase del campionato. Ognuno cerca di dare il massimo a livello personale, per dimostrare il proprio valore.

Qual è il suo bilancio personale?

Sapevo che arrivavo in una squadra dove c’era già un giocatore importante nel mio ruolo, Widmer. E quindi ero consapevole che gli spazi non erano molti, ma io metto sempre a disposizione del mister. Appena ci sarà l’occasione, cercherò di farmi trovare pronto.

A proposito di mister, lei conosce Massimo Oddo dai tempi del Pescara. L’ha trovato cambiato?

Non lo so… Sicuramente a Pescara era diverso… perchè eravamo appena saliti in Serie A… Credo che lui qui possa dare veramente tanto. E non lo dico soltanto perchè mi ha fortemente voluto a gennaio. Le ultime gare, come dicevo, erano difficili e non dimentichiamo l’infortunio di Lasagna, che qui sta facendo la differenza. L’unico obiettivo ora è fare punti sabato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy