Sanchez ko lungo: l’Inter pensa seriamente a Lasagna

Sanchez ko lungo: l’Inter pensa seriamente a Lasagna

Oggi visita a Barcellona: con l’intervento fuori tre mesi Esposito salta il Mondiale U17. E più spazio per Politano

di Redazione

Tegola per l’Inter che perde Sanchez almeno fino a dopo la osta di Natale. Lo riporta la Gazzetta dello Sport.

Il Niño non piangeva, ma avrebbe avuto buoni motivi per farlo. L’infortunio di Alexis Sanchez è cosa seria, quella alla caviglia sinistra non è una botta, non è una distorsione, ma una «lussazione del tendine peroneo lungo» (esito ufficiale degli esami sostenuti ieri). Un infortunio che si può curare in due modi: terapia conservativa oppure operazione. Nel primo caso un mese e mezzo di stop e possibilità che il problema non venga completamente superato, nel secondo servono 75-90 giorni per poter tornare in campo, con più certezze sul fatto di essersi messi il problema alle spalle. Il cileno, rientrato in Italia per gli esami con l’Inter da Alicante, dove si è infortunato con il Cile in uno scontro con Cuadrado, oggi torna in Spagna, stavolta a Barcellona, per un consulto con Ramon Cugat. Se il professore non li convincerà altrimenti, giocatore e club sembrano intenzionati a procedere per via chirurgica. Di mezzo c’è anche il Manchester United, proprietario del cartellino del giocatore, ma i Red Devils dovrebbero propendere per una soluzione definitiva del problema.

Rincorsa fermata

Insomma, Sanchez andrà sotto i ferri, e tornerà a disposizione di Conte solo a gennaio: il suo 2019 non proprio entusiasmante (più infortuni che gol con lo United) dovrebbe essere finito qui. Le due gare da titolare nell’Inter non diventeranno tre se non dopo la sosta di Natale, il progetto personale di rilancio subisce uno stop importante, proprio ora che nei primi tempi di Genova e Barcellona aveva mostrato che le «Maravillas» non sono solo un ricordo. Alexis deve compiere 31 anni e ha un lungo «chilometraggio»: questa stagione è per lui fondamentale per cancellare l’impressione che i 18 mesi con lo United siano stati l’inizio di una parabola discendente. Quella caviglia complica tutto.

Ora si apre anche la pista mercato: come già detto Lasagna è sotto tiro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy