MUD
I migliori video scelti dal nostro canale

udinese

Udinese – Lovric o Samardzic: a chi dei due le chiavi del centrocampo?

Sandi Lovric
Il team continua a lavorare in vista dei prossimi incontri. Ecco tutte le ultime sul centrocampo ed soprattutto cosa potrebbe cambiare

Redazione

La squadra bianconera continua a lavorare in vista dei prossimi incontri di campionato. Stiamo parlando di una società che non vede l'ora di fare la differenza e soprattutto tornare il prima possibile sui livelli delle ultime settimane. Sicuramente non sarà difficile riprendersi e rimettere a segno successi di grande livello come quelli inflitti alla Roma di José Mourinho o ai neroazzurri di Simone Inzaghi. La società, però, dopo la seconda sconfitta di fila ha deciso di andare in ritiro anticipato e solo in questo modo concentrarsi al meglio in vista del prossimo incontro. Nel frattempo mister Sottil inizia anche a valutare dei possibili cambi.

Il team guidato dal tecnico ex Ascoli non ha intenzione di accontentarsi di un campionato di metà classifica e vuole riprendersi per poter continuare a vincere sia contro le piccole che contro le grandi. Nel frattempo, lo stesso tecnico, ha annunciato che potrebbero esserci degli importanti cambiamenti in vista dei match che arriveranno. I comportamenti di alcuni giocatori sul campo da gioco non sono piaciuti a mister Sottil e di conseguenza non possiamo fare altro che attendere delle novità davvero clamorose. Andiamo a vedere dopo il match contro il Bologna a chi potrebbe essere affidato il centrocampo in vista dei prossimi incontri.

La nuova mediana

—  

Sicuramente il brasiliano Walace farà sempre parte dei tre di centrocampo. Si parla di un giocatore di grande costanza e soprattutto dell'unico insostituibile, ancor di più dopo la cessione di Jajalo al Venezia. Le mezz'ali, invece, sono un vero e proprio rebus. Sia Arslan e Samardzic che Makengo e Lovric lottano per le due maglie da titolare da diverso tempo. Nell'ultimo periodo, però, le prestazioni di Sandi sono state un po' sotto le aspettative e di conseguenza potrebbe essere data (sin dal primo minuto) fiducia al giovane Lazar. Cambiando rapidamente discorso, non perdere le dichiarazioni del direttore Pierpaolo Marino. Ecco i momenti salienti dell'intervista <<<