udinese

Udinese – Marco Silvestri a fine partita: “Siamo arrabbiati…”

Il portiere bianconero ha detto la sua al termine dell'incontro. La squadra ha fatto il possibile pur di raggiungere un risultato positivo

Redazione

Il team bianconero gioca al meglio delle sue capacità e continua a fare il possibile pur di scalare la classifica. Oggi lo scontro contro gli attuali campioni d'Italia è stato tutt'altro che fortunato, dato che la squadra è riuscita a dare il massimo e di conseguenza mettere in difficoltà una società che si stava giocando le ultime chance di vittoria dello scudetto. Al termine dell'incontro ha parlato uno dei titolari più influenti del team che oggi ha parato il suo primo rigore nella massima serie del calcio italiano. Stiamo parlando di Marco Silvestri, ecco le parole al termine dell'incontro.

Marco Silvestri

Oggi molta sfortuna sul rigore parato, quanto ti girano?

"Oggi siamo stati molto sfortunati, ma aldilà degli episodi abbiamo messo in difficoltà una squadra che si sta giocando completamente lo scudetto".

Anche i giovani state arrivando a quel punto lì, addirittura di essere arrabbiati dopo una sconfitta con i campioni d'Italia?

"Logico, da sempre fastidio perdere. Questo, però è anche un segno di grandissima maturità, perché se sei arrabbiato dopo una sconfitta contro una squadra come quella neroazzurra fa sempre il suo effetto. Oggi la società milanese si giocava lo scudetto, perché con una sconfitta non avrebbe più recuperato le dirette avversarie".

Come commenti le tue ultime partite giocate?

"Il mio obiettivo è quello di dare sempre il massimo partita dopo partita. Oggi sono molto contento sia a livello personale che a livello di squadra. Oggi abbiamo preso due gol su cui si poteva fare davvero poco, il primo un gran cross ed un ottimo colpo di testa, sul secondo invece una situazione un po' fortuita".

Non perderti tutte le valutazioni al termine dell'incontro. Ecco le pagelle delle squadre dopo una partita che ha lasciato tutti sorpresi. L'Udinese ha giocato fino alla fine, ma non è bastato. I voti <<<