MUD
I migliori video scelti dal nostro canale

udinese

Hellas-Udinese / Le probabili formazioni – Beto e Deulofeu non si toccano

Sottil
Ecco cosa filtra sulle scelte di formazione da parte di entrambi i tecnici per la sfida di lunedì sera alle 20,45

Redazione

Esaurita la pausa per le Nazionali, l'Udinese è tornata a lavorare al completo in vista della delicata sfida del Bentegodi contro l'Hellas Verona. Questa sarà la prima sfida per i bianconeri di un mini-campionato che porterà fino alla lunga sosta dedicata al Mondiale. Sarebbe importante per Deulofeu e compagni arrivarci col massimo bottino possibile di punti. Di seguito tutte le probabili formazioni di Hellas Verona-Udinese, raccolte dagli ultimi aggiornamenti.

Tutti a disposizione tra le fila dei bianconeri, con al massimo qualche piccolo dubbio per Sottil su chi ha giocato di più in nazionale o che è arrivato solo nella giornata di oggi come Nehuen Perez. Squadra che vince non si cambia: quindi ecco in porta Silvestri nel classico 3-5-2. Il terzetto difensivo sarà composto da Becao, Bijol e Nehuen Perez. Quest’ultimo, date le apparizioni con l’Argentina in America, sembra essere in ballottaggio con Ebosse, anche se al momento resta in vantaggio. Sulle corsie laterali ci saranno Udogie e Pereyra, mentre in mezzo al campo sarà il turno di Makengo, Walace e il ritorno dal '1 di Lovric, con Samardzic più verso la panchina. Davanti coppia d'attacco formata da Deulofeu e Beto.

Esordio dal '1 per Verdi

Il recente infortunio di Coppola limita le soluzioni in difesa: Cioffi potrebbe riproporre Gunter da braccetto con Hien e Ceccherini a completare la linea, ma resta viva anche l'opzione Dawidowicz. Punto interrogativo su Faraoni: se gli ultimi allenamenti forniranno riscontri positivi sul suo stato di guarigione dall'infortunio alla caviglia agirà lui sulla destra, altrimenti spazio a uno tra Depaoli e Terracciano in quello slot. Ilic e Tameze si candidano a duettare in mediana (occhio anche alla soluzione Veloso). A sinistra spazio per Lazovic che torna così al suo ruolo originario (Doig è pronto a prenderne il posto nella ripresa). Probabile esordio dal primo minuto in avanti per Verdi, in pole per affiancare Hrustic a supporto dell'unica punta Henry. Cambiando rapidamente discorso, non perdere tutte le ultime sulla squadra bianconera. Si continua a lavorare in vista del prossimo incontro di campionato e lo si fa attraverso dei veri e propri test match. Proprio ieri i giocatori sono scesi in campoEcco come è andato l'incontro con il Chions <<<