MUD
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

Europeo – Tavecchio: ”Vi dico dove arriverà l’Italia”

Tavecchio

L'ex presidente della Figc, Carlo Tavecchio, è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb per parlare del percorso dell'Italia agli Europei

Redazione

L'Italiaè una delle squadre che più ha impressionato in questo inizio degli Europei. I ragazzi di Mancinioltre ad aver conquistato nove punti in tre partite, hanno segnato sette gol e subito nessuna rete. Numeri che fanno ben sperare per il futuro. Il prossimo avversario degli azzurri sarà l'Austria. L'ottavo di finale è in programma sabato sera a Wembley. Nel frattempo, Carlo Tavecchio, presidente della Figc dal 2014 al 2017, è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb per parlare del percorso dell'Italia agli Europei. Queste le sue dichiarazioni.

ITALIA - ''Abbiamo giocato sul velluto, domenica poi il Galles è rimasto in dieci. La strada è stata aperta bene. Attorno a questa Nazionale c'è entusiasmo? Tutti vogliono inventarsi storie ma conta un solo dato. Quando vinci ci sono i consensi. I problemi nascono quando non vinci. Questa Nazionale gioca veramente bene, è leggiadra. Ha spirito di squadra. Può arrivare lontano''.

LA STELLA - ''Beh, Bonucci è un leader. C’è gente come Barella che ha prospettive e altri calciatori come Jorginho che hanno un curriculum importante. Questa Nazionale giovane promette bene anche in funzione del futuro'''.

ANALOGIE CON L'ITALIA DI CONTE - ''Quella squadra aveva un grande carisma, ma la finale è stata presa sottogamba da qualche giocatore. Quella Nazionale aveva ottenuto le famose notti magiche; questa ha giocatori più forti rispetto all’epoca, avevamo creato i presupposti giusto per creare qualcosa di importante. E poi Conte ci ha lasciati. Recentemente ha lasciato anche i nerazzurri di Milano. Vuole scalare sempre l’Everest. Valuterà bene la situazione, ma oggi certe cifre sono irraggiungibili. Il calcio sta ballando sul Titanic, tra un po’ ci sarà un iceberg all’orizzonte. Comunque è uno degli allenatori più bravi in circolazione. Non farà fatica a trovare una nuova squadra. In cosa è diverso rispetto a Mancini? Mancini ha più uno stile inglese''.