Carnevale: Musso per me è il nuovo Handanovic

Anche De Paul arriverà a grandi livelli, deve convincersi di essere forte e diventerà un campione.

di Redazione

Per Andrea Carnevale non ci sono dubbi, De Paul e Musso sono i nuovi sanchez e Handanovic, i quali faranno visita al Friuli domenica vestiti di nerazzurro. «Domenica sarà più acclamato Sanchez, perché è un giocatore più appariscente e che ha giocato in Friuli qualche anno di più – le parole di Carnevale al Gazzettino -; al pubblico friulano farà piacere rivederlo in campo, ma io ricordo con piacere Handanovic. Aveva 18 anni quando lo abbiamo preso dal Domzale; lo avevo visto a Longarone con la nazionale slovena che giocava contro l’Italia e mi aveva subito colpito. Mi piacque per stile, fisico e tecnica nel gioco con la palla, quella che ora è diventata una caratteristica fondamentale per il portiere moderno, che deve saper fare il libero alla Di Somma. Lo portai qui a fare il provino ed ebbe pareri favorevoli da tutti. Morgan De Sanctis, allora portiere titolare, mi prese da parte e mi disse di cercare di darlo via altrimenti gli avrebbe tolto il posto. Anche per questo motivo optammo per il prestito al Treviso, Lazio, e poi Rimini, dove ha iniziato a sbocciare. Poi quando Morgan è andato a Siviglia con la clausola lo abbiamo riportato qui e ha iniziato il suo percorso di crescita. In carriera avrebbe meritato di vincere molto di più; ha vinto poco per il suo livello, anche se ha ancora tempo per farlo».

Di Sanchez ricorda che «arrivò da puro sconosciuto, come spesso succede qui a Udine. Fu una straordinaria intuizione di Gino Pozzo, che lo voleva in maniera fortissima. Inizialmente giocava a destra, finché Guidolin fece la giusta mossa di metterlo più vicino alla porta; una scelta che ho sempre avallato perché penso che i piccoletti stiano bene davanti alla porta. Sulla fascia invece faticava a imporre il suo gioco e il suo estro. Guidolin è stato bravo a metterlo in coppia con Totò, con cui fece cose straordinarie».

Infine il paragone: Musso e De Paul possono diventare i nuovi Handanovic e Sanchez? «Musso per me è il nuovo Handanovic, anche se deve migliorare ancora nel gioco con i piedi e nella parte tecnica, dopodiché può anche fare la carriera di Handanovic. Anche De Paul arriverà a grandi livelli, deve convincersi di essere forte e diventerà un campione. Ora ci deve far vincere e salvare, poi la proprietà deciderà se meriterà di andare in un altro palcoscenico. Dal canto mio glielo auguro perché è un giocatore di alto livello».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy