I Cugini dello U.K., Watford: Foster desidera i tifosi allo stadio

Ben Foster è deluso dal fatto che i tifosi del Watford non siano presenti al Vicarage Road, situazione che accade da un bel po’ di tempo

di Redazione

A cura di Riccardo Austini

La città è stata sottoposta a restrizioni di terzo livello, per rallentare la crescente diffusione del coronavirus. Mercoledì, il Watford ha giocato e pareggiato 1-1 in casa con il Brentford. All’incirca 2.000 tifosi hanno potuto assistere alla partita al Vicarage Road, ed è solo la terza volta in questa stagione, ma probabilmente anche l’ultima per almeno quest’anno solare. Sul sito ufficiale del Club infatti, dopo la partita, Foster ha parlato del suo malumore, legato al fatto di non vedere i tifosi presenti sugli spalti: “È passato troppo tempo. Il calore dei nostri tifosi è incredibile. Cantano sempre e noi facciamo davvero tanto affidamento su di loro, perché ci trasmettono tanta motivazione quando entriamo in campo. È un vero peccato non poterli rivedere per altro tempo ancora, spero infatti che possano tornare il prima possibile”.
Il portiere degli Hornets ha inoltre condiviso il pensiero del suo allenatore Vladimir Ivic, secondo cui il Watford avrebbe dovuto vincere la sfida gara contro il Brentford, avendo terminato la partita con un uomo in più: “Se stai giocando contro 10 uomini e sei in vantaggio per 1-0, dovresti andare avanti e portare a casa i tre punti. È inutile pensare che ci poteva essere rigore o meno sugli sviluppi di un episodio a nostro favore, perché in questa situazione noi dovevamo solo vincere la partita e non farci condizionare da nient’altro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy