Watford, Foster: “Lasciai la Nazionale per colpa di Fabio Capello”

Il 37enne portiere del Watford ha rivelato che fu l’ingerenza di Capello con le questioni familiari che lo portarono a quella decisione

di Redazione

Ben Foster ha raccontato come la mancanza di rispetto di Fabio Capello lo abbia indotto a lasciare la Nazionale inglese

Il 37enne portiere del Watford ha rivelato che fu infatti l’ingerenza di Capello con le questioni familiari che lo portarono a quella decisione. “Mia moglie era incinta e mi telefonò al mattino dicendo che le si erano rotte le acque, – ha spiegato nel podcast di Peter Crouch –  ricordo di aver detto a Capello che mia moglie era in travaglio: ‘ci alleniamo tra mezz’ora’,  fu la sua risposta”.

“Lo convinsi successivamente a lasciarmi andare, ma dopo poche ore mi chiamò al telefono: ‘Ho bisogno che torni qui. Giocherai nella ripresa’. Questo va oltre il calcio per me, non è giusto”. 

Durante quella partita però Foster restò tutti i 90 minuti in panchina:

“Non mi fece giocare, restai in panchina tutti i 90 minuti. Persi quindi la possibilità di assistere alla nascita di mio figlio. Mi mancò di rispetto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy