Udinese, Piazzolla: “No, non siamo l’Isola dei Famosi, ma siamo un’isola felice”

L’ex Dg: “Nelle difficoltà i Pozzo hanno sempre tirato fuori il coniglio dal cilindro, ma i dirigenti sono pagati perché la squadra non arrivi in queste situazioni d’emergenza”

di Redazione

L’ex Dg in esclusiva a MUD parla del momento dell’Udinese:

“La reazione avuta col Genoa mi dà da pensare che si tratti solo di una questione mentale. E’ chiaro che la squadra non seguiva più il mister, ma queste situazioni vanno prevenute: l’allenatore va aiutato, non giustificato. Il problema c’era con Tudor e c’è tuttora perché la questione è mentale non tecnica. La rosa ha tanti giocatori stranieri e giovani per cui bisogna tutti lavorare quotidianamente, dare a ognuno attenzioni e parlare con loro giorno per giorno, ma questo è qualcosa per cui i dirigenti sono pagati, non si possono aspettare gli undici gol incassati perché venga Paron Pozzo deus ex machina a sistemare le cose e rimettere tutto in carreggiata… Dico: Lunga vita a Cesare, lunga vita a Pozzo! Ma è facile poi per tutti saltare sul carro dei vincitori. Ripeto, queste situazioni vanno prevenute con il lavoro quotidiano, lavoro per il quale i dirigenti son pagati dalla proprietà”.

Quale nome vede per il dopo Tudor?

“Ora non si possono più fare errori, se si sbaglia allenatore si retrocede. Guidolin avrebbe le motivazioni per ricominciare, per altri dico che non siamo l’Isola dei Famosi, ma siamo un isola felice, perché i Pozzo nelle difficoltà hanno sempre tirato fuori il coniglio dal cilindro. Il padre mi ha sempre trasmesso la grande passione per questa squadra, il figlio deve far quadrare i conti, il mercato è cambiato e nonostante questo continuano a far emerger talenti perché la società ha esperienza più di tante squadre blasonate. Quello su cui bisogna battere è il lavoro quotidiano da parte di gente che viene pagata per fare questo”.

Confermerebbe mister Gotti?

“Gotti bisogna tenerselo stretto anche se significa averlo come secondo. E’ uno che non è legato ai soldi e che soprattutto tiene all’Udinese, abbiamo bisogno di gente così”   

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy