Messaggero Veneto: Stop dell’Udinese che chiude la porta a Monaco e Torino, Okaka non si tocca

Messaggero Veneto: Stop dell’Udinese che chiude la porta a Monaco e Torino, Okaka non si tocca

L’ultima offensiva da parte del club del Principato che
potrebbe cedere Slimani e aver bisogno di un sostituto

di Redazione

Apertura del Messaggero Veneto con il punto sul mercato dell’Udinese.

L’offensiva in piena regola scatta con il traguardo all’orizzonte. Il mercato chiude i battenti alle otto di questa sera, poi fino al termine della stagione la fiera dei sogni si limiterà alle sole voci. Come una voce è quella sul possibile addio di Stefano Okaka, sul filo di lana, una partenza che lascerebbe l’Udinese in “braghe di tela”: ecco perché Gino Pozzo non ha voluto neppure prendere in considerazione l’idea di cedere il centravanti che ha smistato la scorsa estate in Friuli dai possedimenti londinesi del Watford. Centravanti che è diventato uno dei punti di riferimento dei Luca Gotti che dall’inizio dell’anno solare non rinuncia più a Okaka nell’undici titolare.Ma chi voleva il numero 7 bianconero per rinforzare il pacchetto offensivo? È stato il Torino il primo club a chiedere Okaka all’Udinese, Torino che ha trattato anche Antonin Barak, poi finito al Lecce, e che si è sentito rispondere subito che l’unico attaccante in uscita al massimo sarebbe stato Lukasz Teodorczyk che, tuttavia, come si è capito dopo un mese di trattative, non si tratta di un giocatore appetibile: una timida richiesta (datata) da Parma, qualche chiacchiera all’estero con Besiktas ed Anderlecht, l’ipotesi cavalcata per pochi giorni di un approdo alla Spal. Al di là di questo, la partenza di Teo avrebbe comunque richiesto un ingresso, considerando che dopo la cessione di Nacho Pussetto al Watford, Gotti ha quattro attaccanti di numero. Un discorso valito anche quando c’è stato negli scorsi giorni un sondaggio per Ilja Nestorovski. Figuriamoci con un addio immediato di Okaka che, come abbiamo sottolineato è ormai uno dei titolarissimi dell’Udinese. L’offensiva più preoccupante per i tifosi bianconeri è partita dall’estero, tuttavia. Tanto che più di qualche fonte ha parlato di una proposta di un ingaggio doppio rispetto a quello che percepisce a Udine (circa 700 mila euro) e di una richiesta ufficiale al club bianconero da parte del Monaco. Il teorema si regge sulla possibile cessione di Islam Slimani che sarebbe stato proposto da Federico Pastorello all’Inter (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy